Contratti lavorazioni grafiche

Questi i principali usi e consuetudini consigliati dall’associazione GRAFICA ITALIA.
I testi sono estratti e ricavati dai modelli depositati presso varie Camere di Commercio in tutto il territorio nazionale.

Usi e Consuetudini

Questi i principali usi e consuetudini consigliati dall’associazione. I testi sono estratti e ricavati dai modelli depositati presso varie Camere di Commercio in tutto il territorio nazionale.

1) Assicurazione

Le opere, i supporti magnetici e tutto il materiale consegnato dal Committente all’Azienda Grafica esecutrice, vengono assicurati contro l’incendio, il furto, danneggiamento ecc. a cura dell’Azienda stessa, soltanto dietro espressa richiesta ed a spese del Committente. In mancanza di assicurazione, l’Azienda Grafica risponde come depositario, solo nei limiti della comune diligenza del buon padre di famiglia.

2) Bozze di stampa

Il Committente ha diritto al ritiro di due coppie delle prime bozze in colonna e delle seconde impaginate. Per i lavori grafici comuni cio non riguardanti produzioni cromatiche, le bozze sono consegnate in nero con la sola indicazione dei colori che saranno impiegati nella stampa. Fanno riferimento le tabelle Pantone sapendo che qualora convertite in tinte quadrocromatiche subiranno un leggero cambiamento cromatico. Se il Committente desidera avere le bozze tirate su carta destinata al lavoro e nei colori definitivi le spese relative sono addebitate in fattura. Il Committente tenuto a restituire le bozze corrette entro il pi breve tempo possibile, in relazione alla natura e/o all’entit del lavoro e comunque non oltre quindici giorni. Se la natura e/o entit del lavoro sono tali da richiedere un termine maggiore, questo viene precisato. Quando il Committente restituisce le bozze definitive o le prove di stampa deve apporre su queste la propria approvazione. L’approvazione esonera lo stampatore da qualsiasi responsabilit per errori od omissioni. Tuttavia, trascorsi 60 giorni dal termine suddetto, l’Azienda Grafica ha la facolt di ritenere sciolto il contratto, previa diffida al Committente notificata almeno 15 giorni prima, con lettera raccomandata: in tal caso il Committente dovr tenere indenne l’Azienda Grafica delle spese, del lavoro eseguito e del mancato guadagno (lucro cessante). L’Azienda Grafica non si assume responsabilit per errori sfuggiti all’attenzione del Committente nella correzione di bozze di stampa o delle prove. Se il Committente non restituisce le bozze corrette ed approvate o si limita a dare una semplice autorizzazione alla stampa, l’Azienda Grafica esente da qualsiasi responsabilit per eventuali errori non segnalati. Per ogni lavoro grafico a colori, essendo esso la riproduzione fotografica di un bozzetto, disegno, dipinto, ecc. precedentemente approvato, le bozze o prove di torchio non sono suscettibili di modifiche, intendendosi le bozze o prove, presentate solo per l’approvazione della tonalit dei colori. Per i manifesti murali o affissi a colori e per i lavori di rotocalcografia, non prevista la presentazione della bozza o prova. Quando questa venga richiesta sar addebitata a parte.

3) Spedizione

La spesa di trasporto a carico del Committente e la merce viaggia a suo rischio e pericolo. Se la merce venduta con la clausola “franco destino”, il venditore ha la facolt di scegliere il mezzo e la via di trasporto ritenuti pi convenienti, spedendo la merce, se per ferrovia, a velocit ordinaria; ove il Committente richieda la spedizione per altra via o tramite un servizio accelerato, il maggior costo del trasporto a suo carico.

4) Termini di consegna

I termini di consegna si intendono sempre approssimativi salvo particolari precisi accordi. I termini di consegna sono prorogati per un periodo pari alle eventuali sospensioni di lavoro provocate da casi di forza maggiore o gravi impedimenti di carattere tecnico (rottura di macchine, interruzione forza motrice, mancata consegna di materie prime di espressa fabbricazione, agitazioni sindacali, ecc.) o da ritardi verificatisi nella trasmissione di originali, restituzione di bozze o prove di stampa, non imputabili all’Azienda Grafica. Se, a richiesta del Committente, il lavoro viene compiuto in termine inferiore a quello convenuto o prorogato, il lavoro eseguito in ore straordinarie, notturne e festive comporta un’equa maggiorazione dei prezzi. Se il cliente non provvede tempestivamente al ritiro della merce l’Azienda Grafica ha facolt di spedirla per conto e a spese dello stesso. Qualora l’Azienda Grafica non si avvalga di tale facolt ha diritto di emettere la fattura e di chiedere un compenso per il magazzinaggio e non risponde di eventuali perdite o avarie della merce giacente nel suo magazzino dovute a umidità, incendio o altro. La vendita viene effettuata per merce resa a domicilio dell’Azienda Grafica. Qualora si stabilisca la consegna a domicilio del Cliente questa intesa a “pie di carro”. Le interruzioni importanti di lavoro della fabbricazione, dipendenti da cause di forza maggiore, comunicate al Committente, prorogano il termine di consegna per un tempo eguale all’interruzione, salva la facolt di recesso da parte del Committente stesso. Ove il Committente non provveda al ritiro della merce al ricevimento dell’avviso di approntamento della stessa o non adempia alla condizione alla quale contrattualmente sottoposta la spedizione da parte del venditore, che se ne assunto l’obbligo, i rischi e l’onere della conservazione della merce stessa sono a carico del Committente. Eventuali ritardi nelle consegne daranno luogo al solo spostamento dei termini di pagamento, nessun risarcimento danni verr riconosciuto, in quanto tale rischio non compresso nei prezzi.

5) Conclusioni del contratto

Le commissioni, come pure i regolamenti dei conti, eseguiti a mezzo degli agenti dei fornitori, sono sempre soggetti alla riserva di approvazione della Casa venditrice. Detta riserva deve essere sciolta entro 20 giorni dall’assunzione dell’ordinazione. Il silenzio non equivale ad approvazione.

6) Ordinazioni

L’ordinazione o commissione pu essere fatta direttamente all’Azienda Grafica, oppure a mezzo dei suoi viaggiatori e rappresentanti; in entrambi i casi il contratto di vendita si intende pattuito presso la sede dell’Azienda Grafica, in quanto l’ordinazione o commissione fatta a mezzo rappresentante o viaggiatore si intende subordinata all’approvazione dell’Azienda Grafica. L’ordinazione deve contenere la descrizione dettagliata del modello richiesto: devono essere indicati il formato finale (o al taglio), la quantit espressa in numero di unit, il colore dell’inchiostro di stampa, la qualit della carta ed il relativo prezzo unitario pattuito, il tipo ed il corpo dei caratteri da stampa, eventuale tipo di legatura, l’eventuale imballaggio speciale desiderato, il termine di consegna dal visto si stampi ed il tipo di pagamento. La consegna degli originali per l’esecuzione del lavoro significa accettazione integrale delle condizioni stabilite nel preventivo, anche se di questo non stato dato regolare benestare da parte del Committente. La contrattazione dei prodotti litografici avviene per iscritto, a mezzo copia commissione, con pagamento, all’atto della commissione, delle spese di impianto del lavoro o comunque con un acconto pari al 30% dell’imponibile della commissione. Anche la contrattazione verbale di stampati standard ha validit di commissione.

7) Osservanza delle disposizioni di legge e regolamenti

La mancata osservanza o violazione da parte del Committente delle leggi sulla stampa, sui diritti d’autore, o di quelle di P.S., oppure il rifiuto a modificare, o ad ottenere la pubblicazione di quanto, a motivato giudizio dell’Azienda Grafica, possa alle stesse essere contrario, d diritto all’Azienda Grafica di risolvere immediatamente il contratto in corso e di rivalersi verso il Committente per tutti i danni ad essa derivanti. Tutte le copie che, per disposizione di legge o di regolamenti, lo stampatore tenuto a consegnare ad enti e autorit, sono a carico del Committente.

8 ) Proprietà artistica

Il diritto di riproduzione di ogni modello di composizione grafica, stereotipata o incise a carico del Committente. Le composizioni utilizzate, le tabelle, le composizioni ad allineamento obbligato, l’uso dei corpi pi piccoli del normale e tutte le varianti nel corpo del giornale che comportano una maggiore spese della composizione corrente, sono conteggiate a parte. Sono conteggiati a parte gli estratti. Il pagamento della stampa dei periodici viene effettuato alla consegna di ogni numero e prima dell’inizio della composizione del numero successivo. Ove l’Azienda Grafica, per necessit proprie o su richiesta del Committente, debba effettuare l’allestimento di volumi o periodici presso stabilimenti attrezzati, la consegna del materiale stampato deve essere accompagnata con un buono di carico in duplice esemplare, in cui descritto il quantitativo e le qualit degli stampati che si inviano. L’editore o Committente tenuto a controllare al momento del ricevimento la quantit del materiale consegnatogli ed in caso di accertata difformit ha l’obbligo da darne immediata denuncia al cliente; in difetto si intendono esatte le indicazioni riportate sulla bolletta di consegna che, una volta sottoscritta dal legatore o allestitore, fa prova del ricevimento del materiale e vale come attestazione di verifica della quantit e qualit.

9) Esecuzione di cliscè e pellicole

I cliscè e le pellicole sono eseguiti su disegni, fotografie, ecc. forniti dal Committente; gli eventuali ritocchi ai disegni, fotografie, ecc., sono a suo carico. I clisc e le pellicole sono fatturati a superficie; per la fatturazione la superficie utile si ottiene moltiplicando la base per l’altezza, entrambe maggiorate di un centimetro. Per la determinazione delle superfici minime dei vari tipi di incisione e di pellicole, nonch per il calcolo dei formati ottimali delle selezioni a colori, valgono i prontuari emanati dai Consorzi Industriali Fotomeccanici Italiani. I clisc, le pellicole, le fustelle, e le composizioni originali dell’Azienda Grafica, sono sempre di propriet dell’Azienda Grafica anche quando il Committente abbia pagato l’importo della spesa della lavorazione, anche se fatturati a parte, non si consegnano al Committente; a sua richiesta possono venire conservati per eventuali ordini di ristampa (eventuali deroghe devono essere preventivamente concordate). Trascorsi tre anni, senza che il cliente abbia impartito allo stampatore detti ordini, questi pu procedere alla loro distruzione senza che il cliente abbia diritto a reclami di sorta. Rimangono di propriet del Committente eventuali impianti da egli forniti e devono essere richiesti con la consegna degli stampati. Trascorsi 12 mesi dalla consegna del lavoro e senza che il Committente li abbia ritirati, l’Azienda Grafica declina ogni responsabilit per smarrimento o deterioramento. Per i supporti magnetici questo periodo si dimezza. Per impianti che portino una data, la loro distruzione potr essere subito successiva alla data stessa che ne determina la scadenza.

10) Tolleranze sulla quantità e sul colore

Sulla quantità: i quantitativi di stampa sono soggetti ad una tolleranza del 10% in pi o in meno a seconda della natura ed entit del lavoro. Il Committente tenuto al pagamento della quantit effettivamente consegnata. Quando il materiale sia fornito dall’Azienda Grafica, valgono per le forniture le tolleranze qualitative e quantitative e le norme cui i produttori delle materie prime usano subordinare le loro vendite. Se il Committente fornisce la materia prima, nel rendiconto di questa sar ammesso uno scarto dal 3 al 10% a seconda della natura e dell’entit del lavoro commissionato. Sui colori e sulla qualit. Lo stampatore garantisce l’esatta riproduzione dei colori solo nei limiti delle possibilit tecniche: a seconda dei vari tipi di stampa, dei tipi di carta impiegata e dalla risoluzione della riproduzione, in stretto rapporto con quanto gi detto, i colori potranno risultare con diverse tonalit.

11) Modificazioni di lavoro e sospensioni

Iniziato il lavoro, le spese per qualunque modificazione richiesta dal Committente, sono a carico di quest’ultimo. Il Committente tenuto a rispondere delle spese per arresti di macchina dovuti ad attesa di sue deliberazioni, modifiche non comunicate con la restituzione delle bozze o, comunque, a sospensioni determinate da usa volont o a sua causa. Tutte quante le comunicazioni o variazioni riflettenti i lavori devono essere date per iscritto, o sulle bozze o sulle prove o a parte, non avendo valore probatorio quelle date verbalmente. Gli spostamenti, il rimaneggiamento o rifacimento parziale o totale, le correzioni non tipografiche, le composizioni non utilizzate, sono considerate come modifiche al lavoro e vengono fatturate a parte, cos pure le bozze richieste in pi dello stabilito.

12) Modifiche e revisione dei prezzi

Eventuali variazioni del costo di manodopera e della materia prima nel corso dell’esecuzione del lavoro danno diritto a un’equa revisione del prezzo. Un’equa maggiorazione del prezzo pu essere concordata fra le parti anche nel caso in cui, a richiesta del Committente, il lavoro debba essere compiuto entro un termine inferiore a quello inizialmente convenuto o prorogato.

13) Pagamenti I

l pagamento s’intende convenuto in contanti al ricevimento della fattura. I pagamenti devono essere fatti alla sede dell’Azienda Grafica fornitrice. L’Azienda Grafica ha diritto di richiedere un acconto dal 30% al 50%. Gli importi occorrenti per spese vive, quali spedizioni postali, altre spedizioni, bolli, vidimazioni, francobolli, affissioni, ecc., sono sempre corrisposti anticipatamente con una maggiorazione del 5%. In caso di ritardato pagamento, oltre alle spese di insoluto, verranno addebitati gli interessi al tasso corrente richiesto dalla banca allo stampatore maggiorati di tre punti. Gli assegni e gli effetti cambiari si accettano salvo buona fine e non a novazione di credito.

14) Preventivi

Le offerte scritte e i preventivi esponenti il solo prezzo del lavoro da eseguirsi dalle aziende facenti parte dell’Industria Grafica, sono gratuiti ed a carico dell’Azienda offerente, salvo i casi di particolare impegno o editoriali. I progetti del lavoro, i disegni, le pagine di saggio, i bozzetti, le prove o altro eseguiti su richiesta del cliente, sono a carico dello stesso qualora non siano eseguiti da ordinazione. I prezzi segnati sui preventivi non impegnano l’Azienda Grafica che li ha rilasciati per pi di quindici giorni dalla data di spedizione o presentazione dell’offerta. I prezzi si intendono fatti per: a) lavorazioni eseguite in ore normali di lavoro; b) originali di lavori editoriali, dattiloscritti su una sola facciata del foglio ben distinti e ordinati e con la indicazione dei caratteri da usare; c) originali di moduli commerciali, inserzioni pubblicitarie e lavori diversi, tracciati nelle loro proporzioni di testo e di spazio. Non si intendono compresi nel prezzo del preventivo e vengono perci fatturati a parte: a) le bozze richieste in pi di quelle stabilite dal secondo capoverso dell’esecuzione; b) il maggior costo per le lavorazioni che a causa del cliente devono essere eseguite in ore straordinarie e la misura del soprapprezzo sar fissata considerando le maggiorazioni stabilite dai contratti di lavoro; c) le spese occorrenti a rendere in condizioni adatte alla regolare lavorazione le fotografie, i disegni, gli scritti poco chiari e tutto il materiale destinato alla riproduzione. I bozzetti esecutivi, i progetti di composizione e stampa, l’esecuzione di copie di prova, i clisc, le pellicole, le selezioni, i punzoni, ecc. quando non siano dettagliatamente specificati nel preventivo di lavoro, si intendono sempre esclusi dal prezzo preventivato e saranno conteggiati a parte. La consegna degli originali per l’esecuzione del lavoro significa accettazione integrale delle condizioni del preventivo, anche se di questo non venne dato regolare benestare. Il preventivo per la fornitura di volumi si fa a un tanto a facciata. Le facciate bianche o solo parzialmente stampate vengono fatturate allo stesso prezzo di quelle piene di testo. Il preventivo per la fornitura di volumi, dei quali sia impossibile calcolare in precedenza il definitivo numero di pagina viene fatto in lire per sedicesimo. In ogni caso l’offerta, s’intende per fornitura da eseguire con originali dattiloscritti, ordinati e definitivi.

15) Propriet artistica

1 – Il diritto di riproduzione di ogni modello di composizione grafica, di ogni disegno o bozzetto, di ogni confezione, ecc. da stamparsi in nero o a colori, resta riservato all’Azienda Grafica che lo ha creato e messo in atto e pertanto detti modelli non possono, per nessun motivo, essere riprodotti da altro stabilimento poligrafico anche se con altri sistemi. Lo stampatore ha su di essi ogni e qualsiasi diritto di propriet artistica. L’eventuale consegna al Committente degli originali del modello, disegno, bozzetto, confezione, ecc., con i relativi clisc, pellicole, ecc., non implica la cessazione del diritto di riproduzione salvo che per lavorazioni non inerenti all’attivit dell’Azienda Grafica che li ha creati. 2 – La consegna da parte del Committente degli originali da riprodurre, implica per il Committente stesso, garanzia del diritto di propriet e di riproduzione degli originali stessi. Tuttavia, qualora il Committente desideri averne la propriet, l’Azienda Grafica tenuta ad indicare in fattura la vendita degli stessi e l’avvenuta cessione dei diritti di utilizzazione. I supporti magnetici contenenti informazioni, testi, disegni ed immagini elaborati per il Committente restano di propriet dell’Azienda Grafica.

16) Reclami

I reclami da parte del Committente debbono essere fatti per iscritto entro 8 giorni dal ricevimento della merce. Eventuali difetti o differenze di qualit di merce non danno diritto al risarcimento di danni indiretti ma soltanto ad annullare quella parte del contratto che riguarda la merce trovata difettosa o di qualit differente. Le contestazioni relative alla merce comunque stampata o confezionata, dovranno sempre essere discusse presso la sede dell’Azienda Grafica fornitrice. In nessun caso sar tenuto calcolo di eventuali osservazioni che venissero comunicate all’Azienda Grafica solamente all’atto del pagamento. Tutte le contestazioni relative al contratto, alla sua esecuzione, e consegne di qualsiasi natura, devono essere trattate davanti al Magistrato della sede dell’Azienda Grafica venditrice. L’accettazione di cambiali o tratte, pagabili fuori della sede dell’Azienda fornitrice, non deroga tale patto. Per la denunzia delle difformit e dei vizi occulti e per la relativa azione, si osservano le norme di legge. Le merci riscontrate difettose debbono essere tenute a disposizione dell’Azienda Grafica per quindici giorni dalla data dell’avvenuta contestazione, per i necessari controlli. Le contestazioni relative alla merce comunque stampata o confezionata si svolgono comunemente presso la sede dell’Azienda Grafica. Comunque in caso di accertata e riconosciuta esistenza di vizi o difetti di qualit imputabili allo stampatore, egli pu essere tenuto, a scelta del Committente, a correggere o ad accomodare o a sostituire parzialmente o totalmente il materiale prodotto errato. Il Committente non pu pretendere nessun altro risarcimento per danni diretti od indiretti conseguenti. Non di accettano reclami su materiale rimanente dopo un parziale utilizzo. La fornitura, qualora contestata, deve essere integrale come da documento di trasporto.

17) Stampa periodica

I giornali, le riviste, i bollettini e tutte le pubblicazioni di carattere periodico si intendono assunte con reciproco impegno di regolare pubblicazione per la durata di un anno, impegno che si intende rinnovato qualora una delle parti non abbia data disdetta due mesi prima della scadenza. L’anticipata sospensione della pubblicazione da parte del Committente da diritto allo stampatore di esigere l’importo della met dei numeri che rimangono ancora da pubblicare nell’anno, fatto salvo il risarcimento dell’eventuale maggiore danno per la composizione inutilizzata e per le rimanenze di carta. Nei giornali e nella stampa periodica, le testate, le rubriche, la pubblicit fissa (come tale si considera quella costituita da stereotipie e da incisioni comprendenti la totalit delle singole inserzioni) sono stereotipate o incise a carico del Committente. Le composizioni inutilizzate, le tabelle, le composizioni ad allineamento obbligato, l’uso dei corpi pi piccoli del normale e tutte le varianti nel corpo del periodico che comportano una maggiore spesa della composizione corrente sono conteggiate a parte. Il pagamento della stampa dei periodici viene effettuato alla consegna di ogni numero e prima dell’inizio della composizione del numero successivo. Nel caso di reclami da parte di inserzionisti di pubblicit e riconosciuti fondati dallo stampatore, la rivalsa dell’editore sar conteggiata in base al valore della superficie contestata e comunque mai superiore alla prestazione dello stampatore (cio limitata alla spesa di produzione) senza alcun riconoscimento del valore commerciale attribuito dall’inserzionista o dall’editore all’inserzione (pagina di pubblicit) contestata.

Fonte: www.graficaitalia.org/consuetudini.htm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

You can add images to your comment by clicking here.