La lingua della violenza

Perché esistono gli estremisti violenti?
Perché certa gente sente il bisogno di manifestare le proprie idee in modo violento?

Io ho sempre creduto che parlare sia il modo migliore di confrontarsi; esprimere le proprie opinioni, ascoltare le ragioni dell’altro e infine ragionare assieme su cosa è corretto, in un clima di parità reciproca.

Poi però mi è anche saltato alla mente il fatto che il governo (loro) quasi mai fa ciò che lo Stato (noi) chiede.
Forse è per questo che si arriva a gridarlo con violenza: nella speranza di essere ascoltati?

Questo non toglie che esistano anche i violenti imbecilli

(…un pensiero di conseguenza:)
è giusto imparare ad usare la lingua della violenza solamente perché può capitarci un interlocutore che non sa parlare in altro modo.

Un bambino tedesco di 8 anni (del peso di 60 kg) ha aggredito una ragazza di 17 anni (e 36 kg) per rubarle il cellulare, ed è quindi finito sui giornali. L’episodio è terminato con le scuse ed un mazzo di rose all’aggredita da parte dell’aggressore, ma se già a 8 anni un bambino sente di potersi imporre grazie alla sua fisicità, cosa farà quando sarà adulto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

You can add images to your comment by clicking here.