Certificazioni e incentivi

Per accedere agli incentivi e alle agevolazioni di qualsiasi natura correlati ad interventi sull’edificio o sugli impianti, sarà necessario farsi certificare il progetto di risparmio energetico da un tecnico abilitato alla progettazione di edifici ed impianti (geometra, ingegnere, architetto, perito industriale).

Inoltre, a partire dal primo luglio 20008, sarà oblbigatorio, in caso di compravendita, produrre (e allegare agli atti) l’attestato di certificazione energetica, cioè il documento che descrive nel dettaglio i consumi del nostro appartamento.

Insomma questo attestato va prodotto sia se si vogliono ottenere gli incentivi (e dunque quando si costruisce o si ristruttura), sia – a partire dal 2008 – se si intende vendere la propria casa.

Tutti gli incentivi previsti a livello nazionale sono cumulabili con altre detrazioni previste da Regioni e comuni.
“Questa materia – precisa infatti Andrea Moro, componente di ITACA, strumento tecnico che ricerca sui temi della compatibilità ambientale per conto dell’Associazione delle Regioni – é pienamente di competenza regionale.

Le Marche, ad esempio, hanno già adottato criteri più ampi, integrati, che non riguardano soltanto i consumi energetici, ma anche – tra l’altro – quelli dell’acqua. Anche la Provincia di Milano ha dei suoi standard”. Storia a sé l’ha fatta la provincia di Bolzano che, con le certificazioni CasaClima, ha reso obbligatoria nel suo territorio – per tutte le nuove costruzioni – l’alta efficienza energetica degli edifici.

Ma si sta anche aprendo, per i consumatori, un altro fronte di risparmio: le banche, che offrono mutui “ecologici” che vanno da un minimo di 3000 a un massimo di 120000 euro, a tassi di interesse bassi.
“Ovviamente – spiega ancora Moro – per ottenere le facilitazioni occorre rispettare prassi costruttive che assicurino i bassi consumi dell’edificio.

Alcune banche utilizzano anche il sistema di certificazione Itaca che tiene in considerazione, un po’ come sta avvenendo nelle Marche, criteri di risparmio non solo a livello energetico”.
Alcune banche offrono mutui agevolati non solo per l’acquisto della eco-casa, ma anche finanziamenti per l’acquisto e l’installazione di pannelli solari o fotovoltaici.

Caldaie, pannelli, isolamenti termici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

You can add images to your comment by clicking here.