Il buttafuori tipografico

Il buttafuori tipografico è quella misura per cui le pagine di una pubblicazione vengono spostate verso l’interno o l’esterno, per sopperire allo spostamento dovuto allo spessore dei fogli che si sormontano; viene usato soprattutto per confezioni a punto metallico, ma comunque può essere usato anche in brossure.
Calcolare il buttafuori, magari da usare in programmi di imposition come Preps, è relativamente semplice…

Se abbiamo a disposizione un calibro, possiamo prima di tutto misurare lo spessore della carta; altrimenti, conoscendone la grammatura, possiamo ricavare una stima approssimativa dello spessore dividendo per il valore della grammatura per 1000.
Conoscendo il numero di pagine della nostra pubblicazione, possiamo ora eseguire il semplice calcolo per calcolare lo spessore della carta:
Numero di pagine × Spessore carta ÷ 4.

Esempio: rivista di 96 pagine su carta da 115 grammi.
Spessore = 115÷1000 → 0.115 mm
Buttafuori = 96 × 0.115 ÷ 4 = 2.76 mm

Avendo a disposizione l’effettivo spessore della carta, che personalmente ho misurato in 0.85 mm per foglio, il risultato finale del buttafuori sarebbe di 2.16 mm, quindi 0.5 mm di differenza; un valore relativamente trascurabile.
Se vogliamo ipotizzare che il valore di 1000 sia un valore sbagliato, possiamo fare una proporzione tra lo spessore del foglio misurato e lo spessore del foglio calcolato, per ricavare un numero da sostituire a 1000 che sia più “reale”.

0,115 : X = 0,085 : 1000
quindi
X = 115 ÷ 0,085 = 1353

…che per ricordarcelo meglio possiamo arrotondare a 1300 🙂

Altri sono arrivati qui cercando:
buttafuori tipografico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

You can add images to your comment by clicking here.