Cellule Staminali usate per ricostruire la trachea di un bambino

Cellule Staminali usate per ricostruire la trachea di un bambino

Un intervento pionieristico è stato eseguito e concluso con successo su un bambino inglese di 11 anni, per ricostruirgli la trachea usando le sue stesse cellule staminali. Ciaran Finn-Linch, questo il suo nome, è stato il primo bambino al mondo a ricevere un trapianto di trachea con queste modalità, e ora sta per lasciare l’ospedale per tornare nella sua casa di Londra.

Ciaran è nato con la stenosi tracheale di un lungo segmento, patologia che rende la trachea molto stretta. Per porre fine ai suoi problemi, i medici del Great Ormond Street Hospital di Londra hanno prima prelevato cellule staminali dal suo midollo osseo per poi iniettarle in un donatore di trachea, trovato in Italia.

Dopo di che hanno trapiantato l’organo, permettendo così alle staminali di trasformarsi in cellule del suo stesso corpo. L’obiettivo dei medici era di evitare eventuali problemi di rigetto. Tutto è andato bene. I dottori infatti hanno riscontrato il ripristino del flusso di sangue.

Questo tipo di intervento si è reso necessario visto il fallimento e le complicazioni dei precedenti cui era stato sottoposto il bambino. Il primo all’età di due anni e mezzo gli aveva ricostruito le vie aeree, ma lo stent di metallo utilizzato gli aveva eroso l’aorta. Dopo di che aveva subito altri due interventi, finché otto mesi fa non si è ripresentato lo stesso problema dello stent, che ha causato un massiccio sanguinamento.

Così i dottori hanno optato per le cellule staminali, con lo stesso tipo di intervento sperimentato per la prima volta in Spagna nel 2008 su una donna. Ciaran è stato il primo bambino nel mondo a subire un trapianto di trachea con staminali autologhe.

link: Boy ‘leading revolution’ in stem cell surgery for children ,
World’s first child stem cell supported tracheal transplant patient to return home ,
Professor Martin Elliott on Ciaran Finn-Lynch’s return home

fonte: Aduc.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

You can add images to your comment by clicking here.