Sempre da imparare

Umiltà è la parola d’ordine.

Con questo post sviluppo un po’ di più “Il secondo segreto per vivere” che avevo scritto tanto tempo fa.

Quante volte mi è successo di trovarmi di fronte gente presupponente, che anche grazie solo all’immensa fiducia in loro stessi e sicurezza in quel che dicevano, facevano vacillare le mie certezze.
Ovviamente sto parlando di quando ero giovane e inesperto, incolto, ignorante.

Ricordo quella volta in cui, parlando con un amico più vecchio di me, me ne venni fuori chiedendomi “chissà quel’è il punto di riferimento celeste nell’emisfero meridionale della Terra, dove la Stella Polare non si vede?”

E giù a ridere: “Ma come non c’è la Stella Polare a sud?! Ahahah!”
…ed io a fare spallucce “probabilmente avrà ragione lui” avrò pensato.

Oppure quella volta in cui, parlando con un amico odontotecnico pieno di lauree, questo mi corregge dicendomi che “ortogonale” significa “parallelo”.
…ed io a fare spallucce “probabilmente mi sbaglio io”.

Quando ero giovane, sicuro che chi fosse più anziano fosse fosse più colto e la sapesse più lunga di me, spesso abbassavo la testa di fronte a queste manifestazioni così sicure di sapienza e conoscenza.

Col senno di poi mi sono reso conto che sbagliavo.
Che, come voleva farmi credere un parente ormai defunto, l’età di un individuo non è indice del sapere o della conoscenza che qualcuno ha.

Con gli anni ho capito che è giusto avere le proprie convinzioni, ma bisogna anche avere l’umiltà di saper metterle in dubbio, di non essere così presuntuosi da credere – come facevano quei miei conoscenti – di essere i padroni della verità, i portatori della conoscenza assoluta.

Il sapere è così vasto e ampio che è impossibile pensare di conoscere abbastanza.

In parole povere: mettere sempre in dubbio le proprie convinzioni, perché c’è sempre da imparare.

Posso dire che per me, l’ignoranza unita alla presunzione è un’accoppiata terrificante.

Chiudo con una citazione di Einstein: “Try not to become a man of success, but rather try to become a man of value” ovvero “Non cercare di essere una persona di successo, ma piuttosto una persona di valore”.

http://www.goodreads.com/quotes/tag/humility

Un pensiero su “Sempre da imparare”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

You can add images to your comment by clicking here.