Pagamento all’ordine

Forse qualcuno si ricorda del mio post “Italiani, cattivi pagatori“…
L’altro giorno ci chiama un cliente:

– Salve, ho una GROSSA URGENZA: fate calendari personalizzati?

– Certo Signore, di tutti i tipi e colori, personalizzati come vuole.

– BENE! Mi servono SUBITO 100 calendari personalizzati, in fretta & furia!

– Bene Signore, possiamo fare i calendari che desidera: il prezzo è di X euro cadauno ed in 2 giorni possiamo consegnarli.

– Bene, BENISSIMO! Confermo & accetto, fatemeli SUBITO!

– Bene Signore, ma quasi mi dimenticavo di dirle che – soprattutto coi nuovi clienti – chiediamo il pagamento all’ordine.

– mmhh… pagamento all’ordine, eh? … mmhh … Allora no, lasciamo perdere.

Altri sono arrivati qui cercando:
pagamento all\ordine, pagamento allordine.

Un pensiero su “Pagamento all’ordine”

  1. Un detto popolare recita: “per pagare e morire c’è sempre tempo”, ma “detto popolare” non è sinonimo di saggezza e giustizia .
    Questo argomento richiederebbe pagine di risposta, le motivazioni sono innumerevoli ma ti basti pensare che questa regola si applica da noi, mentre non è ben vista di buon occhio nei paesi in cui la furbizia non è la prima tra le virtù.

    Altro esempio:
    l’altra sera mi trovavo ad un incontro che trattava il tema dei rapporti con la banca, la gestione dei crediti e dei debiti ed altri argomenti correlati. Alla domanda di un partecipante: “mi risulta entrata in vigore la norma che scaduti i 30 giorni, si possono applicare gli interessi di mora…come mai nel nostro paese non si riesce ad applicarla?” si è scatenata in sala l’ilarità generale.
    Che domanda! E’ una cosa talmente scontata che io stesso non ho avuto il coraggio di chiedere ai presenti quali fossero le banche, le assicurazioni, i fornitori di gas, luce, acqua, lo stesso stato in cui vivono ecc. che alla scadenza di un pagamento ti chiamano per sollecitarti nella speranza che entro pochi giorni e senza costi aggiuntivi tu provveda a saldare il tuo debito. Nel caso poi tu non saldi quanto dovuto, si sprecano in innumerevoli chiamate di sollecito ed alla fine se il debito è di alcune centinaia di euro, pur di non dover affrontare spese legali, addirittura te lo condonano.

    Ed altro alla prossima volta.
    Ciao

Rispondi a Pierluigi Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You can add images to your comment by clicking here.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.