Lo sport in estate

Lo sport in estate

Alcuni suggerimenti per dedicarsi con beneficio all’attività fisica durante la bella stagione: scopriamo come ottenere risultati validi, senza il rischio di vanificare le buone intenzioni.

Con l’arrivo della bella stagione siamo tutti più attivi: a molti di noi piace dedicare più tempo alla pratica sportiva oppure alle attività fisiche all’aria aperta, al fine di migliorare la propria forma fisica.
Il clima più caldo e le giornate più lunghe ci invitano a praticare maggiore attività fisica, per esempio facendo jogging: effettivamente il nostro desiderio è quello di migliorare la performance fisica e di “stare meglio con noi stessi”. Tuttavia, per raggiungere concretamente questi risultati, è bene tenere a mente alcune semplici raccomandazioni.

1) Non dobbiamo mai iniziare l’attività fisica in modo improvviso e intenso, onde evitare di creare scompensi meccanici all’apparato muscolo-scheletrico; è invece necessario iniziare in modo graduale, per esempio alternando alcuni minuti di corsa ad altrettanti minuti di camminata a passo lungo, per poi gradualmente aumentare il tempo di corsa. Un metodo che evita la formazione di troppo acido lattico (metabolita tossico di scarto dell’attività fisica).

2) Bisogna assicurasi di avere la giusta attrezzatura per correre. E’ fondamentale disporre di un corretto paio di scarpe, in funzione del tipo di corsa che intendiamo praticare.
Se per esempio volessimo correre sull’asfalto, avremmo bisogno di un buon paio di scarpe ammortizzate e non delle vecchie scarpe da ginnastica. Eviteremmo così troppe sollecitazioni alle articolazioni, ai tendini e ai legamenti, che non sono allenati, così da scongiurare inutili infiammazioni.
Se invece ci piace il contatto con la natura e ci si vuole addentrare in un sentiero collinare, è preferibile una scarpa meno morbida per avere una migliore risposta sul terreno sconnesso.

3) Durante l’attività fisica è importante utilizzare gli indumenti giusti: freschi, leggeri e traspiranti, soprattutto nella bella stagione. Alcune persone, pensando di perdere più velocemente i chili di troppo, cercano di sudare maggiormente, coprendosi con indumenti non traspiranti quali le cerate: questo è un grave errore che apporta più danni che benefici.

Perdendo più sudore si eliminano infatti più acqua e più elettroliti, fondamentali per mantenere un buon assetto metabolico cellulare e allontanare più velocemente le scorie prodotte dall’aumento dell’attività fisica. Quindi la loro perdita, intensa e precoce, crea solo ostacoli alla vera perdita di peso, perché rallenta il metabolismo delle cellule.

4) Con l’attività fisica è importante mantenere l’omeostasi del corpo. Per questo dobbiamo ricorrere agli integratori a base di sali minerali perché, appunto, perdiamo preziosi sali minerali e acqua durante il lavoro fisico. In commercio si trova un’infinita varietà di integratori, più o meno adatti alle esigenze fisiologiche. Dobbiamo ricordare che i più adatti sono quelli che offrono una miscela bilanciata dei tanti minerali coinvolti nel processo della sudorazione.
E’ quindi importante somministrare non solo potassio e magnesio, ma anche sodio, calcio, ferro e manganese.

Dobbiamo inoltre considerare anche la tipologia dei sali minerali. Esistono infatti due tipologie di sali minerali che possiamo introdurre: quelli di tipo organico e quelli di tipo inorganico. Quest’ultimi sono i più comunemente venduti, ma anche i meno adatti. Infatti, come si evince dalla stessa espressione (“inorganici”), tali sali sono meno affini e assimilabili alla nostra costituzione organica che, invece, assimila più facilmente i sali minerali organici (come quelli a base di citrato: citrato di magnesio, citrato di potassio, citrato di sodio, ecc.).

I sali a base di citrati, inoltre, non hanno controindicazioni, perché non si accumulano nei tessuti evitando pericolosi depositi a livello renale e cardiovascolare, cosa che invece fanno i sali minerali inorganici quali i carbonati e i cloruri. I sali organici sono inoltre ottimi pure per la stanchezza e l’affaticamento che il gran caldo può provocare. Infine funzionano come ottimi tonici per chi soffre di pressione bassa.

Il Grande Libro della Corsa
Correre per dimagrire, restare in forma, gareggiare: tutto quello che devi sapere

Fonte: Bassano news, luglio 2011

Altri sono arrivati qui cercando:
manuale corsa pdf, corridore, corridori, pressione bassa dopo corsa, manuale della corsa pdf, libri sulla corsa pdf, il grande libro della corsa pdf, manuale running.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You can add images to your comment by clicking here.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.