Italiani cattivi pagatori

Io lavoro in proprio dal 2000 e, tra alti e bassi, me la sono cavata finora; a volte i clienti tardano a pagare, anche più di 3 o 4 mesi, però di solito alla fine pagano.

È dal dicembre 2007 che ho una fattura in sospeso con un tizio a cui ha fatto dei calendari e che poi non mi ha più pagato; lo stesso mese, stesso anno, un altro non mi pagava i cataloghi che gli avevo fatto perché “la stagione è andata male”: è stata la prima volta che sono entrato in contatto con un avvocato per recuperare i crediti.

Nel frattempo ho anche iniziato un diverso tipo di politica… Ho iniziato a chiedere il pagamento anticipato, quando si tratta di piccole cifre, oppure l’acconto del 50% al momento dell’ordine.

Giusto l’altro ieri un cliente che si fa sentire una o al massimo due volte l’anno mi chiama per dei biglietti da visita: “150 euro+iva, bonifico anticipato” gli dico io.
Lui si imbufalisce dicendo che “non è giusto” e “non si fa così”, ed io gli rispondo che non voglio più aspettare 4 mesi perché mi venga pagata una cifra del genere, e gli faccio vedere i dati bancari degli ultimi suoi pagamenti: 4 mesi ogni volta!
Allora da la colpa alla segretaria (lui che è il titolare non sa nulla!) e dice che “va bene, ma la prossima volta facciamo a 30 giorni”.

Stasera mi arriva un fax dell’avvocato di un altro cliente moroso che invece dei 550 euro che avanzo da dicembre 2008 (più spese legali) mi paga 300 euro in tutto; in realtà il documento che mi è stato proposto di firmare parla di una cessione del mio credito verso l’azienda ad un’altra ditta che diventa così creditrice al posto mio.
Il bello brutto della faccenda è che la ditta che compra il mio credito in pratica è l’azienda debitrice: se il debitore si chiama XYZ Srl, la nuova azienda è la XYZ Italia Srl!

E allora io mi domando: ma che razzo di sistema abbiamo in Italia, dove uno fa debiti a nome dell’azienda, quando decide di finirla proclama fallimento, e poi apre un’altra ditta comprando tutto da quella fallita?
A che serve una legge che impone di pagare gli interessi di mora quando non puoi obbligare la gente a pagarti il dovuto?

E i piccolini come me, che hanno lavorato, quanto ci perdono? 🙁

…e non ho parlato nemmeno di quel cliente che mi mandò la lettera del suo avvocato (solo perché era anche sua sorella!) solamente perché non voleva pagarmi il lavoro che avevo già svolto (infatti poi ha dovuto pagarlo).

…e non ho parlato nemmeno di quel cliente che non voleva pagarmi il lavoro di ideazione & impaginazione perché doveva ancora decidere se stamparlo e da chi farlo stampare.

…e non ho parlato nemmeno(…)

2 pensieri su “Italiani cattivi pagatori”

  1. il sistema dell’ anticipo va bene e’ giusto nel senso che uno può’ chiedere la somma che equivale al prezzo del suo lavoro compreso di materiale ……ESEMPIO: io che vendo cani, un cane mi costa 600 euro e lo rivendo a 1200 CHIEDERÒ’ AL CLIENTE l anticipo del 50 per cento.
    L’anticipo mi permette in caso di problemi di guadagnarci 2 volte ….. il cucciolo lo rivendo ad un altra persona e il primo cliente perde l acconto.
    su prodotti come questi grafici ovviamente non puoi rivenderli perché personalizzati.
    l unica cosa da potrebbe essere imputata e’ la qualità’ del prodotto che ci verrà ‘ consegnata.—— se non dovesse essere conforme con le nostre aspettative????

    1. Caro Luca, rispondo dicendo semplicemente che basta pensare a quanto è più facile per un venditore non essere pagato piuttosto che per un cliente che ha pagato in anticpo non ricevere merce adeguata. Nel secondo caso si tratta di una frode perseguibile penalmente, nel primo caso invece può succedere anche che il cliente non paghi perché vittima di un legittimo fallimento regolato per legge. Questo ci fa capire come siano meno tutelati i venditori rispetto ai clienti. Questo ci dice anche che statisticamente è più probabile il primo caso che il secondo. Personalmente mi è successo più d’una volta di rimanere fregato come venditore, ma mai come cliente.
      Tutto ciò per dire che non posso più permettermi di vendere “allo scoperto”, quindi se il cliente si fida BENE, altrimenti …siamo in un mercato libero 🙂
      Per la qualità… mai avuto clienti insoddisfatti finora! E comunque cerchiamo di lavorare da professionisti, “a regola d’arte”: non siamo degli improvvisati.
      PS: non capisco però cosa significa “l’anticipo mi permette di guadagnarci 2 volte”… Che vuoi dire?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

You can add images to your comment by clicking here.