Tutti gli articoli di DoZ

Cenere alla cenere, polvere alla plastica

Il bruco che digerisce e distrugge la plastica

(aggiornamento di agosto 2017)
La larva della farfalla Galleria mellonella, la comune camola del miele, è in grado di degradare il polietilene, il più diffuso tipo di plastica e anche uno dei più difficili da smaltire. Per digerire la cera d’api di cui si nutre normalmente, l’insetto ha infatti evoluto la capacità di rompere legami chimici simili a quelli presenti nel polietilene.

Un bruco piuttosto comune è in grado di biodegradare il polietilene, o PE, una delle plastiche più resistenti e più diffuse. La scoperta – che potrebbe contribuire significativamente a risolvere problema dello smaltimento della plastica – è di un gruppo di ricercatori dell’Università della Cantabria a Santander, in Spagna, e dell’Università di Cambridge, in Gran Bretagna, che firmano un articolo su “Current Biology”.

Continua a leggere

Leggere gli articoli nascosti dei giornali online

Mia moglie legge volentieri Il Mattino online, ma da qualche settimana era imbufalita perché quelli del Mattino online hanno deciso di implementare un paywall.

Il paywall è un sistema che consente l’accesso a determinati contenuti di un sito Internet solo a pagamento.

La moglie imbufalita rende il marito nervoso, quindi dovevo fare qualcosa per risolvere la questione!!

E allora ho creato uno script per Tampermonkey che, installato su Chrome, bypassa il problema e rende gli articoli di nuovo visibili.

I siti su cui funziona lo script sono tutti i quotidiani del gruppo L’Espresso, quindi:

  • Il Corriere delle Alpi
  • Il Mattino di Padova
  • Il Piccolo
  • Il Tirreno
  • Gazzetta di Mantova
  • Gazzetta di Modena
  • Gazzetta di Reggio
  • La Nuova Venezia
  • La Nuova Ferrara
  • La Provincia Pavese
  • La Sentinella
  • La Tribuna Treviso
  • Messaggero Veneto

Continua a leggere

Straniero in terra straniera

L’altro giorno un mio amico è andato a donare il sangue.

Lui ci va con una certa regolarità e quest’ultima volta è rimasto relativamente colpito dal vedere una donna musulmana (distinguibile dagli abiti).

Origliando ha capito che era una neo donatrice alla sua prima volta, e che veniva dal Marocco.

Dopo mezz’ora circa l’ha vista andarsene, in silenzio com’era venuta, ed ha potuto origliare anche una conversazione tra due infermieri del reparto.

Quello che aveva seguito la donna si lamentava con l’altro del fatto che lei non parlasse praticamente italiano, che non riuscisse a capire il 90% del questionario da compilare, anche del fatto che non avesse fatto colazione, visto il periodo del ramadan.

Quindi la sua richiesta di adesione sarà rigettata.

Ora, penso io, da una parte le varie associazioni di volontariato dovrebbero fare il più possibile per reclutare nuovi membri disposti ad aiutare il prossimo: un po’ di ovvio proselitismo e del materiale illustrativo in lingua straniera sarebbero d’aiuto.

D’atro canto però non si può negare che uno straniero in terra straniera dovrebbe fare più del solo sforzo di presentarsi nel luogo preposto.

Azioni Acrobat per proteggere PDF e altro

Problema:
sto mandando in giro veramente un sacco di bozze dei miei file in formato PDF e non voglio che chiunque possa prendere questi file e usarli senza il mio permesso.

Soluzione:
proteggo i PDF con una password, lasciando il permesso di stampare e anche di commentare e firmare.
Quindi mi creo la mia bella azione dentro Acrobat Pro che in un clic mi salva il pdf protetto con un nuovo nome di file, e mi permette di farlo in batch con un sacco di pdf.

So che ci sono soluzioni online e offline per togliere la password ai PDF, ma mi aspetto che i miei interlocutori non siano così tech savvy, ovvero non sappiano che si può fare.

Fila tutto liscio con i primi invii dei miei pdf protetti, fin quando non arriva il cliente che usa Acrobat anche per firmare i PDF con la sua firma digitale.

“Tutto bene” penso io, perché mi ricordo di aver impostato correttamente i permessi per commentare e firmare.
E invece no!
Perché un PDF protetto non si può firmare se prima qualcuno non c’ha già messo dentro un campo firma vuoto!!

Continua a leggere

Amore Odio

Ho iniziato a vedere un film pensando fosse un film di fantascienza: Another Earth.

Trama “esca” in breve: compare una seconda Terra che orbita assieme alla prima.

In realtà il film ha una traccia più importante che parla del momento in cui un personaggio scopre di amare la stessa persona che odia con tutto il suo cuore.

Mi ha fatto tornare alla mente un altro film che vidi tempo fa: La Donna Che Canta.

Ci inciampai una sera tardi, facendo zapping: mi fermai a guardare cosa succedeva a questa ragazza dopo che i fratelli le avevano appena assassinato il fidanzato davanti agli occhi perché era della religione sbagliata.

Alla fine anche questo film ha lo stesso tema, solo che si dirama attraverso più di una sola coppia di personaggi. Un film incredibilmente toccante.

Continua a leggere