Dio non ha il barbone!

Dio è qui!

Una volta ero al supermercato e dopo aver fatto la spesa mi sono messo in fila alla cassa; davanti a me c’era un signore che discuteva con il cassiere con la tipica enfasi bonaria di chi ha bevuto qualche bicchiere di troppo.
Quel signore disse una cosa che ricordo bene: “Ricorda che Dio ha messo i manici alle ciliege

Una settimana fa ero alla presentazione di un libro che parlava dei forni da calce in uso in una zona rurale delle prealpi vicentine; l’autore parlava e discorreva di come si costruivano questi forni interrati e del processo di trasformazione dei sassi della zona in calce per uso edilizio.
Una frase, un po’ incerta, ma dal messaggio chiaro: “Anche se qualcuno non crede in Dio, a me sembra chiaro che ci sia qualcosa di superiore, perchè… come fa uno ad inventarsi di prendere dei sassi, di cuocerli a 1000 gradi, di scioglierli in acqua e alla fine di usare il paltano che ne esce per fare delle case?

Queste due testimonianze si accodano benissimo con la mia idea di Dio.
Io non credo propriamente al fatto che ci sia un Dio vecchio-nerboruto-col-barbone-bianco, che è sceso a dare a Mosè un paio di tavole con le linee guida per il futuro dell’umanità, ti tira i fulmini se non righi dritto (no: quello è Zeus), ecc. ecc.
Credo piuttosto che ci sia una forza superiore che indirizza l’evoluzione, in barba a quanto ha detto Darwin.

Il libro Contact, di Carl Sagan, spiega perfettamente, anche se in maniera romanzata, questa mia idea.

Con questo non voglio negare il fatto che le giraffe abbiano il collo lungo perchè discendenti di antenati sopravvissuti perchè abbastanza alti da mangiare le foglie degli alberi.
In realtà mi pongo alcune domande a cui non riesco a rispondere…

Se l’universo è caos, e il tutto tende generalmente all’uniformità, allora com’è che dal “brodo primordiale” – o dall’essere unicellulare più semplice – ci siamo evoluti, distinguendoci e differenziandoci, in migliaia di forme diverse?
Lo so, e mi rispondo da solo: ambienti diversi hanno creato risposte a stimoli.

Ma io andrei un po’ oltre chiedendomi quale stimolo terreno possa aver spinto dei fiori a sviluppare astutissime trappole per catturare insetti e scioglierli con “simil” succhi gastrici (ma questo è solo UN esempio).
Oppure guardo le ricostruzioni di come devono essere stati i dinosauri, e vedo animali con le mazze dentate sulla coda.
Cose del genere, insomma.

Quello che intendo dire è che in natura ci sono degli esempi che – sempre secondo me – vanno ben oltre la “semplice” Origine delle specie, perchè dimostrano delle caratteristiche così “sovrannaturali” da portarmi a pensare appunto a presenze di tale natura, ad una qualche scintilla “divina” che indirizza il naturale evolversi delle cose in direzioni particolari.

E’ non voglio certamente mettermi a discutere qui sulla figura di Gesù e tutte gli altri riferimenti del cristianesimo, che sappiamo si ritrovano in altre religioni precedenti.

Forse è per questo che io faccio parte del popolo-plebeo-credulone e non sono un etologo.

Altri sono arrivati qui cercando:
www svelatodio it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You can add images to your comment by clicking here.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.