Archivi categoria: tecnologia

Generatore di codice a barre gratis

I codici a barre che troviamo comunemente nei prodotti che sono venduti in Italia sono dei codici EAN a 13 cifre.
I Primi 3 numeri sono il prefisso EAN nazionale (803 = Italia), le successive 6 cifre identificano il proprietario del marchio, le penultime 3 cifre identificano il prodotto, e l’ultimo numero a destra e il numero di controllo.

Esiste ora anche un programma gratis – o meglio: un servizio online gratis – per creare codici a barre gratis.
Il servizio consente di creare l’immagine di un codice a barre a 12 o 13 cifre (UPC-A o EAN).

Per usarlo basta usare una riga di codice Html, in cui dobbiamo inserire il numero del codice a barre che vogliamo vedere.

<img src="https://www.searchupc.com/drawupc.aspx?q=[inserire qui il codice]" />

Il bello di questo servizio online è che se sbagliamo ad inserire la 13esima cifra, cioè il numero di controllo, viene automaticamente effettuata una correzione e l’inserimento della cifra corretta.

L’immagine in sé non è molto grande ed i numeri sono relativamente poco leggibili, però il codice a barre vero e proprio e chiaro e usabile anche in ambiti lavorativi (cioè: funziona).

Esempio di codice EAN a 13 cifre:

Continua a leggere

Altri sono arrivati qui cercando:
font per codice a barre, barcode generator online, generatore codice a barre free.

Ancora sull’auto ad acqua

Continuando a parlare di macchine che vanno ad acqua, ecco un bel video che mostra la macchina della giapponese Genepax correre per le strade: funziona tutto a dovere!

Purtroppo anche la Genepax ha dovuto soccombere a non si sa bene quale forze esterna, infatti il loro sito è completamente chiuso, riportando queste righe:

” Thank you for visiting our website.

We at GENEPAX have strived to develop new technologies to enable environment friendly energy systems, to mitigate environmental risks such as those posed by global warming. The systems that we have proposed have received warm words of support from many people. However, we have yet to overcome the many obstacles we face in the current world, to bring our systems to market. Moreover, the costs of development have become very large. As our resources are very limited, we need to retrench and reassess our resources and our development plans at this time, and we are accordingly closing our website.

We express our deep gratitude for the supportive messages we have received. We hope that you will continue to be supportive of efforts to develop cleaner and more environment friendly energies, and we will continue to strive to develop systems to preserve our environment.

February 10th, 2009
Yasuyuki Takahashi
Representative Director
GENEPAX “

Per dovere di cronaca va anche detto che c’è chi dice che questa sia soltanto una bufala.

Anche un’altra azienda, sempre giapponese, ha messo in “circolazione” un Van (!) con un motore ad acqua

Continua a leggere

Altri sono arrivati qui cercando:
motore ad acqua, genepax bufala, esiste il motore ad acqua, motore ad acqua esiste.

Come fare affinché Explorer funzioni su tutti i siti

Una cosa di cui non sapevo nulla è Google Chrome Frame.

Si tratta di un plugin per Microsoft Internet Explorer 6,7 e 8 che consente a questo browser – talvolta – vecchio ed incompatibile-agli-standard di comportarsi come tutti gli altri web browser quando si trova di fronte alle nuove tecnologie di programmazione web.

E’ una cosa interessante per chi sviluppa siti web, perché permette di risolvere velocemente i problemi di incompatibilità che si trovano di fronte quegli utenti che continuano ad usare browser non aggiornati, sebbene sia facile, gratuito ed indolore aggiornare il proprio browser.

Purtroppo però anche questa soluzione richiede l’azione da parte dell’utente, che se non installa il plugin sul proprio browser continuerà a non vedere vede il nostro sito web!

La vera soluzione sarebbe qualcosa che non richiedesse l’interazione dell’utente pigro, e che facesse in modo che il sito si veda come dovrebbe anche sull’obsoleto Explorer 6; qualcosa del genere c’è già ma non è ai livelli di Chrome Frame 🙁

Continua a leggere

Vita, morte & miracoli di un indirizzo Http

Cercando di scoprire su quale web server girasse un sito web a cui non avevo accesso – e con quale sistema operativo questo server funzionasse – mi sono imbattuto in un paio di servizi interessanti che consentono di scoprire vita,morte & miracoli di un sito

Domain Dossier

Domain Dossier permette di controllare: Domain whois, Network whois, Record DNS, Tracerout e Service Scan.
Il Domain Whois dovrebbe mostrarvi dov’è registrato il nome del dominio mentre il Network Whois mostra chi ha in carico fisicamente i server che ospitano il sito.
Il Service Scan vi mostra tra le altre cose l’indirizzo Ftp del sito, mentre tramite i Record DNS potete sapere chi ha in gestione, per esempio, la posta elettronica.
(link)

Volete sapere cos’è e come funziona un DNS? Guardate qua.

Net Craft

Netcraft per esempio fornisce questo servizio, cioè indica il sistema operativo del web server, compreso anche uno storico dei server su cui il sito ha girato in passato. Per esempio, per il mio sito, mi ha fatto vedere che fino al 2002 era presso un provider (mi ha detto anche quale internet service provider) con server Windows
(link).

Netcraft fornisce anche un rapporto dettagliato sullo stato attuale del sito, comunicando l’indirizzo IP, il paese dove risiede il server, presso chi è registrato il dominio, il proprietario del “blocco di rete”, un reverse DNS, …e tanto altro
(link).

Reverse IP Lookup

Un altro sito interessante è Reverse IP Lookup, che permette di sapere quali altri siti sono ospitati assieme ad un altro sito (per esempio il nostro). Questo è interessante per sapere se e con chi condividiamo i servizi web, per valutare eventuali rallentamenti o down del sito, o vedere se il provider ci ha effettivamente venduto un Server Privato!
Basta inserire l’URL del sito da analizzare, ed avremmo il responso
(link).

BIZinformazione

Anche BIZinformazione è un sito che raggruppa i dati pubblici relativi ad un sito e il suo dominio e li presenta in maniera piuttosto fruibile.
Si parte con una valutazione del valore che può avere il sito in questione – ad esempio Google vale 4,65 miliardi di dollari! – i dettagli sulle visite (pagine viste, visitatori), classifica mondiale e nazionale, conteggio dei collegamenti esterni, Alexa rank, visitatori per paese, posizione goegrafica ed impostazioni del server …ecc.ecc. Insomma un sacco di dati che possono tornare utili! …forse!
(LINK)

DNSstuff

Infine anche il sito DNSstuff mette a disposizione un po’ di strumenti gratuiti (e alcuni a pagamento) per l’analisi di un sito web, come il WHOIS (per avere informazioni sull’intestatario di un dominio), il Traceroute (utile con problemi di rete o con i tempi di risposta), URL Deobfuscator (per verificare se un indirizzo Url è indirizzato veramente dove crediamo noi, quindi per identificare tentativi di Phishing), DNS Traversal (mostra quali server DNS sono indicati come relativi ad un sito), IP Information, Decimal IPs (converte un IP decimale in IP normale), Speed Test (misura la velocità della nostra connessione), …e altri ancora, tra cui un “simpatico” strumento che mostra quanti dati si possono scoprire di un utente tramite la sola navigazione
(link)

Altri sono arrivati qui cercando:
informazioni sito, marcasconto, marcasconto opinioni, informazioni su un sito, marche sconti opinioni, come sapere il sistema operativo di un sito, marcasconto recensioni, marcasconto è affidabile, marchesconto com opinioni, informazioni sito web, informazioni sito internet, scoprire server sito, marcasconto com, informazioni sui siti web, recensioni marca sconto, marca sconto opinioni, marcasconto it, whhxx com, marchesconto com, come vedere a quale hosting appartiene un dominio, informazioni sui siti internet, marcasconto com opinioni, informazioni siti, informazioni siti web, marchesconti com.

Le nuove funzioni di Photoshop CS5

Sembra che gli amici della Adobe si preparino a sfornare una nuova versione di Photoshop, la CS5, con delle nuove funzionalità, che potrebbero servire oppure no.

La prima sono i pennelli tridimensionali, ovvero un nuovo set di “brush” che cambiano forma durante l’uso, come accadeva in Painter, per pennellate più pittoriche e “realistiche”.
La seconda è il warping, ovvero la capacità di modificare le immagini in maniera fluida, usando dei “pinpoints” cioè dei punti che rimangono fissi mentre il resto dell’immagine si muove.
Il video seguente mostra chiaramente come funzionano queste due nuove funzioni di Photoshop CS5…

Continua a leggere

Altri sono arrivati qui cercando:
photoshop funzioni, funzioni photoshop cs5, photoshop cs5 funzioni, nuove funzioni photoshop cs5, nuove funzioni cs5, caratteri speciali photoshop.