La stampa in bianca e volta in voltura

L’esecuzione di alcune tipologie di stampati diviene più economica e veloce se vengono adottate macchine pluricolori dotate di un particolare cilindro di trasferimento, dal diametro maggiorato, che rende possibile la stampa su ambo i lati del foglio in un unico passaggio. Il cuore di queste linee è denominato “gruppo di voltura”.

La necessità di eseguire comesse in tempi sempre più stretti talvolta porta a commettere imprecisioni che rischiano di compromettere la qualità del lavoro. Un esempio pratico, se la tempistica di esecuzione di un lavoro impedisce di attendere la totale essiccazione dei fogli stampati in bianca prima di procedere con la stampa della volta, vi è il serio pericolo di rovinare il lavoro con eventuali effetti di controstampa o di sfregamento dell’inchiostro ancora fresco. In questo caso l’adozione di una linea di stampa studiata appositamente per ovviare a questi problemi diviene un investimento da prendere in considerazione.

Tra l’altro, oltre all’allungamento dei tempi di produzione, la stampa della bianca della volta con due passaggi in macchina comporta un aumento dei costi ed è spesso causa idi difetti di registro, tra una facciata e l’altra, originato della possibile variazione dimensionale del foglio.
La soluzione si potrebbe presentare con la scelta di una macchina offset per la stampa in bianca e volta in un unico passaggio.

Infatti, per ovviare ai suddetti inconvenienti, alcune macchine pluricolore sono state progettate e dotate in origine di un dispositivo dedicato che consente la stampa di uno o più colori per ciascun lato del foglio con un solo passaggio in macchina. Il dispositivo in oggetto è il gruppo di voltura.

Flessibilità di utilizzo

Le macchine per la stampa in bianca e volta, altresì dette convertibili, possono essere impiegate in due modi. In linea, il dispositivo di voltura non viene attivato e quindi il cilindro volta fogli funziona come un semplice cilindro di trasferimento. In questo modo è possibile stampare due o più colori sullo stesso lato. In bianca e volta, il dispositivo di voltura viene attivato per la stampa su entrarnbi i lati del foglio, rendendo possibile stampare un numero di colori su di un lato e alcuni sull’altro.

La sequenza dei colori dipende dalla posizione in cui è stato inserito il gruppo di voltura all’interno della linea di stampa. Nel passaggio da un sistema all’altro bisogna tener conto, in fase di progettazione, che il foglio stampato in bianco e volta ha bisogno di una doppia pinza, sia al piede sia in testa, il che comporta una riduzione del formato di stampa.

Il giro del foglio

comunemente, nel sistema di voltura a tre cilindri, dopo la prima fase di stampa, il foglio viene consegnato dal cilindro di pressione al primo cilindro di trasferimento. Da questi il foglio passa al secondo cilindro di trasferimento, il quale avrà il compito di affidare il foglio al terzo cilindro di trasferimento solo quando sarà il lato di contro pinza del foglio ad essere nella posizione ottimale per poter essere afferrato dalle pinze del cilindro. in questo punto che avviene la voltura del foglio, il quale quindi proseguirà sul cilindro di pressione dell’elemento successivo pronto a ricevere l’immagine sul lato ancora da stampare.

Adottando un sistema di stampa bianca e volta del tipo perfecting, invece, i fogli vengono stampati senza l’ausilio di sistemi di voltura. Ciò è possibile dalla particolare disposizione sovrapposta degli elementi di stampa, che imprimono alternativamente il foglio in bianca e volta sino al suo completamento.

Da tenere in considerazione

Una macchina da stampa con dispositivo di voltura richiede alcuni accorgimenti nell’impostazione degli stampati.
La carta che viene messa in macchina deve essere perfettamente rifilata su entrambi i lati più lunghi per assicurare la corretta presa da parte delle pinze del cilindro di voltura e garantire il registro tra il lato di bianca e quello di volta.

Il foglio appena stampato potrebbe venire rigato dal cilindro di pressione dell’elemento successivo alla voltura; per ovviare a questo inconveniente la superficie del cilindro viene trattata in modo da renderla repellente all’inchiostro. I formati stampa minimi e massimi sono differenti da quelli di una macchina da stampa tradizionale perché nelle convertibili bisogna considerare due bianchi di pinza.

fonte: Rassegna Grafica, nov.09

Altri sono arrivati qui cercando:
bianca e volta, in stampa cosa vuol dire doppia pinza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

You can add images to your comment by clicking here.