Idee per una vita migliore /5

L’altro giorno un mio collega ha ricevuto la busta paga.
Allegata alla busta paga c’era un depliant che più o meno diceva così: “Dona il tuo 5×1000 alla fondazione del tuo titolare”.

Non sto a spiegarvi, ma fidatevi se vi dico che non ne ha bisogno; anche l’ultimo degli operai pensava fosse più saggio donare questo 5×1000 a qualche onlus di ricerca medica.

Si discuteva quindi su come i padroni pensino sempre e soprattutto al proprio profitto, a dispetto di pochi imprenditori illuminati che, andando oltre il proprio scopo personale, sono riusciti a creare aziende dove anche i dipendenti avevano piacere di lavorare, perché erano trattati meglio di semplici muli da soma.

Non si pensava a gente come Steve Jobs, che ha fatto i soldi sfruttando le competenze altrui e la manodopera cinese a basso costo, ma piuttosto a persone come Olivetti, tanto per dirne una.

Qualcuno che partecipava alla discussione ha poi buttato là la storia di Ong come FSC o PEFC, che si occupano di certificare la provenienza di prodotti di origine vegetale (carta e cartone) in una filiera che abbia a cuore il rispetto della natura.

Da qui l’ideona…

Perché non creare la “certificazione dei lavoratori”?
Che bello sarebbe se un’azienda meritevole potesse vantarsi di essere “certificata” dai propri dipendenti!

Attenzione: non sto parlando di sindacati, ma di lavoratori, presi singolarmente.
Già immagino un sistema di autovalutazione anonimo, con una semplice domanda: “Al lavoro ti senti trattato bene?”

Un’azienda potrebbe dimostrare che i propri dipendenti sono persone felici e soddisfatte delle proprie condizioni di lavoro.

E, allo stesso modo in cui chi è attento alle tematiche ambientali può decidere se acquistare prodotti altrettanto rispettosi, qualcun altro potrebbe preferire acquistare prodotti fatti da aziende che hanno a cuore i propri lavoratori.

Non vi pare una bella utopia?

Un pensiero su “Idee per una vita migliore /5”

Rispondi a Anonimo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You can add images to your comment by clicking here.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.